MASSIMILIANO PERETTI

CONTRABBASSO, BASSO ELETTRICO

Contrabbasso, basso elettrico, direzione di coro, composizione, pianoforte, tastiere, chitarra, flauti dolci (Vercelli 5-8-1961). Studioso e ricercatore in ambito musicale, si diploma in contrabbasso con il Maestro Enzo Ferraris, musica corale e direzione di coro con il Maestro Sergio Pasteris e didattica della musica, presso il Conservatorio G. Verdi di Torino.
Successivamente, si perfeziona in contrabbasso, seguendo i corsi estivi del Maestro Ludwig Streicher e del Maestro Gary Karr e in direzione di coro con il Maestro Marco Berrini.
Frequenta per due cicli i seminari didattici dell'Orff Schulwerk Italiano presso il centro di ricerca didattico "Musicanto" di Piossasco, tenuti da Giovanni Piazza (musica e strumentario Orff), Marcella Sanna (musica e movimento), Alberto Conrado (voce e comunicazione), Ciro Paduano (attività integrate).
Contemporaneamente approfondisce gli studi di composizione, direzione d'orchestra, musicologia in generale, con particolare interesse per la musicologia sistematica (psicologia della musica, psicoacustica, sociologia della musica, filosofia della musica, estetica musicale, didattica musicale, acustica musicale, acustica fisiologica, fisiologia della tecnica esecutiva, etnologia). Per due anni frequenta il corso di Armonia Jazz tenuto dal Maestro Gianni Negro, presso il Centro Jazz di Torino.

Attratto dal polistrumentismo, affianca al contrabbasso lo studio del pianoforte del basso elettrico della chitarra e dei flauti dolci. Come direttore ha fondato e diretto l'ensemble Kolophonium, con il quale si è dedicato all'esecuzione di musica antica e moderna, e il Living Consort, formazione dal repertorio originale, che si muove tra scrittura ed improvvisazione COLLABORAZIONI ORCHESTRALI E CAMERISTICHE Come strumentista ha suonato sotto la direzione di importanti direttori d'orchestra quali: Carlo Maria Giulini, GianAndrea Gavazzeni, Giuseppe Patanè, Donato Renzetti, Gustav Khun, Zoltan Pesko, Marcello Viotti. E solisti come: Michele Campanella, Aldo Ciccolini, Laura de Fusco, J.F.Thiollier, J.F.Antonioli, Franco Gulli, Aldo Bennici, Katia Ricciarelli, Raina Kabaivanska.

Ha collaborato con l'Orchestra del Teatro Regio di Torino, l'Orchestra Sinfonica della RAI di Torino, l'Orchestra Filarmonica di Torino, Assieme Strumentale "I. Strawinsky", l'Orchestra Sinfonica di Ivrea, l'Orchestra dell'Accademia "Stefano Tempia", l'Orchestra Filarmonica Italiana. Attualmente ricopre l'incarico di I° contrabbasso presso l'Orchestra Sinfonica dell'Università di Torino.

Ha all'attivo numerosi concerti di musica da camera con varie formazioni: Orchestra da Camera di Torino, Accademia dei Solinghi, Orchestra da Camera "Il Concerto Italiano", I Musici di San Grato, Orchestra Amadeo, Orchestra Camerata Ducale, Ensemble Eufonè, Coro dell'Università di Torino.

PICCOLE FORMAZIONI E PROGETTI ATTUALI
MAT Trio
Formazione cameristica che, per sua natura, non si pone limiti musicali.
Essa attinge alla musica (di ogni genere, stile ed epoca) come fosse un grande ed inesauribile scrigno, colmo di preziosi contenuti.
I musicisti coinvolti sono Amedeo Spagnolo (clarinetto), Tancredi Celestre (viola) e Massimiliano Peretti (contrabbasso).
Synthetic Trio
Formazione nata nel 2003, dall'incontro di tre musicisti (Massimiliano Peretti al pianoforte, Luigi Di Gregorio al sax soprano e Lino Urbino al contrabbasso), provenienti da aree musicali differenti quali la musica classica, il jazz e la musica popolare, ma affascinati dall'idea di poter improvvisare insieme in assoluta libertà su composizioni dalle strutture semplici, ma non semplicistiche, che richiamano ora il free jazz, ora certa musica colta contemporanea e d'avanguardia con una forte componente ironica e ludico-teatrale.
Living Consort
Ensemble costituitosi nel 2004, che comprende Luigi di Gregorio ai sassofoni, Davide Carello alla tromba, Ruggiero Cantamessa al pianoforte, Roberto Bevilacqua al contrabbasso, Lino Urbino al contrabbasso, Gianfranco Bo alla batteria e Massimiliano Peretti alla direzione.
Formazione dall'impatto orchestrale, propone un repertorio originale e anche alcuni arrangiamenti di vario genere.
I brani originali risentono di una fusione di stili e forme, che vanno dalla musica colta, al jazz, passando attraverso la musica popolare e rock.
Il tutto estremamente organizzato sotto il profilo dell'orchestrazione e della scrittura compositiva, sempre fortemente coerente.
Trio Sperger
Nel 1988, insieme a Roberto Bevilacqua e a Fabio De Michiel fonda il trio Sperger (due contrabbassi e pianoforte).
Con questa formazione si occupa prevalentemente di suonare e reinterpretare la musica del periodo barocco.
Tutto questo avviene, attraverso un attento lavoro di trascrizione, e di studio, che a sua volta da vita ad una ricerca timbrica e melodica che favorisce le potenzialità sonore di questo tipo di organico.
Trio Arvo
nel 1992 insieme ad Ignazio Palazzo e Sergio Ce forma il trio Arvo (flauto, contrabbasso e pianoforte). Con questo gruppo ha approfondito il repertorio barocco e settecentesco.
Midnight Quartet
Da sempre interessato al Jazz, ma anche a tutta la musica del '900, nel 1994 fonda insieme a Ben Cirrone, Diego Fano e Ciro Imparato il Midnight Quartet (sax, piano, contrabbasso e batteria), gruppo per il quale scrive molta musica, tenendo anche numerosi concerti.
Ensemble Kolophonium
Come direttore nel 2001 costituisce l'Ensemble Kolophonium (archi), con il quale si dedica all'esecuzione di musica antica e moderna, passando attraverso musiche di confine come il jazz e il rock.

Il tutto senza confini o steccati culturali di alcun genere.